PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E INTEGRAZIONE DI SISTEMI ICT PER LA MOBILITA' ELETTRICA


Electric Drive Italia è un'azienda leader in Italia e in Polonia nella fornitura di servizi altamente tecnologici nell'ambito delle SMART CITIES.
Negli ultimi 4 anni Electric Drive Italia è risultata aggiudicataria di n.5 bandi nel campo della ricerca e dello sviluppo per soluzioni relative all'innovazione tecnologica.
Per consentire l'erogazione dei servizi legati all'elettromobilità, l'azienda ha sviluppato, prima in Italia e in Polonia, una Piattaforma tecnologica ICT altamente innovativa, scalabile e multilayer, denominata B.O.M.T.S.
Tale piattaforma è in grado di erogare 2 tipologie di servizi, i.e.
Attualmente i soggetti interessati ad entrare nel mercato dell'elettromobilità possono farlo senza dover necessariamente essere Provider di Energia elettrica, come previsto dalla normativa vigente (Dlgs. 16 dic. 2016 n.257, art. 4 comma 9), rivestendo due ruoli ben precisi: :

CPO - Charge Point Operators
Sono i PROPRIETARI dei PUNTI DI RICARICA che vengono gestiti attraverso procedure a basso livello di automazione, per fornire esclusivamente il servizio di ricarica ai proprietari di veicoli elettrici.

EmSP - Emobilty Service Providers
Forniscono ai proprietari di veicoli elettrici una serie di servizi a valore aggiunto, tra cui la ricarica, il pagamento automatizzato dei servizi, l'accesso automatico a informazioni di interesse, utilizzando sia propri punti di ricarica che quelli di CPO che delegano loro la gestione dei propri punti.

ELECTRIC DRIVE ITALIA è in grado di soddisfare le esigenze di entrambi i ruoli grazie alla propria PIATTAFORMA I.C.T. MULTIFUNZIONALE B.O.M.T.S, che gestisce direttamente le colonnine di proprietà di CPO terzi o consentendo ad aziende private o pubbliche di rivestire il ruolo di EmSP, con la disponibilità immediata di un sistema autonomo, completo e personalizzato di gestione di stazioni di ricarica e di fornitura di servizi di e-mobility.


Municipalità, provider di energia o altre aziende sono quindi in grado di entrare nel mercato dell'elettromobilità in tempi rapidi e con spese contenute